24 Febbraio 2019  09:51

La Cina rinforza l’azione contro la pirateria

Stefano Radice
La Cina rinforza l’azione contro la pirateria

(Foto Pixabay)

Preso di mira il camcording

La National Copyright Administration, l’authority cinese che si occupa di tutela del diritto d’autore, ha dato mandato per intensificare e regolamentare la lotta contro il camcording, ovvero le registrazioni illegali dei film direttamente in sala. Ne ha dato notizia il sito Key4biz nei giorni scorsi. La pirateria audiovisiva in Cina è un vero e proprio flagello. Secondo lo studio Digital Tv Research, entro il 2022 il danno apportato all’industria del cinema e della tv potrebbe essere di circa 10 miliardi di dollari. Anche per questo le autorità locali hanno deciso di correre ai ripari. L’audiovisivo sta crescendo di anno in anno e con esso la necessità di tutelarne gli autori.

Contenuti correlati : Cina pirateria camcording
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 25 Ottobre 2014
    Alice nella città, vince The Road Whitin
    Si conclude oggi l’ 11a edizione di Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata alle

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy