11 Maggio 2018  12:57

Sony, Microsoft e Nintendo rivedono le policy sulla garanzia

Matteo Bonassi
Sony, Microsoft e Nintendo rivedono le policy sulla garanzia

 

I tre produttori hanno soddisfatto la richiesta dalla Federal Trade Commission aggiornando i rispettivi regolamenti

 

Come vi avevamo anticipato qui, Sony, Microsoft e Nintendo erano tra le aziende che la Federal Trade Commission aveva richiamato in base ad alcune irregolarità nelle norme da rispettare all’interno delle proprie policy riguardo alla garanzia delle console. Tutti e tre i produttori hardware hanno risposto positivamente alla richiesta aggiornando i rispettivi regolamenti. Sony include ora la possibilità di intervento terzi per la riparazione purché centri autorizzati. La mancanza del sigillo di garanzia quindi non fa più decadere in automatico il diritto di usufruirne. Nintendo ha aggiornato il proprio regolamento nella stessa direzione, specificando che la garanzia decade nel caso di intervento di enti non autorizzati. Anche Microsoft ha specificato che la rottura del sigillo non comporta più la perdita della garanzia e che le console possono essere riparate da terzi, ma ovviamente, in caso siano questi a danneggiare l’hardware, declina la propria responsabilità (fonte Gamesindustry).

Contenuti correlati : Microdoft sigillo Hardware Sony Nintendo Garanzia Federal Trade Commission

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 23 Maggio 2003
    Nintendo: fatturato annuale a -9,1%
    Nintendo ha rilasciato i dati relativi all’anno fiscale 2003, terminato lo scorso 31 marzo. Nonostante il calo delle vendite delle console portatili,...